Secondo round.

o-NSA-facebook

di Uriel Fanelli

Era abbastanza ovvio che la vicenda NSA non si sarebbe chiusa cosi’. Certo la Merkel non poteva fare nulla come cancelliera uscente, perche’ posizioni dure sono possibili solo a cancellieri forti. Ma adesso che ha vinto alle elezioni, e a meta’ dicembre si presentera’ probabilmente il governo, la Merkel puo’ riprendere in mano le cose che aveva lasciato.

Il primo punto che si deve capire e’ che non e’ una guerra di spionaggio. E neanche di privacy.
Mettiamola cosi’: io ho una telco. La legge mi obbliga a tenere tutti i tracciati per 3 anni. Mi obbliga cioe’ ad un oneroso lavoro di archiviazione, nel quale non ci guadagno nulla.
Adesso creiamo la NSA, e diciamo che NSA mi paga 3 MILIARDI di euro/anno per quei logs. Ehi… diventa remunerativo! Ehi…. sono aiuti di stato!
Il concorrente americano, per gli stessi dati, riceve MILIARDI di dollari dal governo! Non e’ concorrenza leale.
Quindi, il primo punto da capire e’ che dare un bilancio ENORME all’intelligence per catturare dati , e fare in modo che questo bilancio finisca nelle tasche delle telco, significa AIUTARE le telco, le quali, per fare quello che facevano prima (loggare le chiamate nei CDR) si mettono a guadagnare soldi anziche’ perderne.
Quindi, dovete capire che esiste una lobby dell’ IT che ha un pelino sul Q la storia che NSA ha un bilancio di 52 miliardi di dollari e li spende in IT. Perche’ e’ un bell’aiutino di stato.
Andiamo avanti. Avete presente la storia delle startup e della FED che stampa soldi? La domanda e’: ma dopo che li ha stampati, come li distribuisce? Li butta per le strade? Che fa?
Quello che fa e’ comprare titoli tossici dal mercato, ovvero titoli subprime.
Allora la domanda e’: ma chi produce tutti questi titoli ad alto rischio? Li producono quelle banche che prestano solti ad aziende e privati che hanno un rischio di fallimento alto. E chi sono quelle banche? Sono quelli che fanno venture capital. E chi   finanziano? Finanziano startup del mondo IT. A pioggia. Molti riescono, moltissimi falliscono. Il rischio e’ enorme. Queste finanziarie lo cartolarizzano emettendo bond subprime. Che poi la FED compra.
Morale: la FED che stampa soldi comprandoci subprime e’ un GIGANTESCO aiuto al mondo dell’informatica americana. Un aiuto di stato, che rappresenta il chiaro motivo per il quale l’informatica americana e’ cosi’ “avanti”.
Se sommiamo i titoli subprime emessi come bond da venture capital che finanziano le “startup”, e poi sono comprati dalla FED, i soldi che il governo USA spende in spionaggio – pagando telco , ISP e IX – e le commesse militari che vanno in direzione tecnologica, abbiamo una proposizione dirompente:
Il governo USA sta finanziando , A FONDO PERDUTO, l’informatica statunitense, ad un ritmo di 400/600 MILIARDI DI DOLLARI/ANNO.
Un bell’aiutino di stato, eh?
Ora, chiediamoci quanto piacere faccia ai concorrenti europei. E chiediamoci un attimo in che modo reagiranno: si rivolgeranno al governo. E che cosa intendono fare i governi? Tenteranno di bloccare questo fiume immenso di soldi. Hanno in definitiva tre flussi da fermare:
  1. Il flusso “spionaggio”. Tra tutte le agenzie USA che spiano, e pagano le aziende che forniscono loro i dati per il disturbo, il budget complessivo si aggira attorno ai 100 miliardi di dollari.
  2. Il flusso “startup”. La FED compra titoli junk, ed altro subprime, dalle aziende di venture capital dedicate al mondo IT, per circa 200-250 miliardi all’ ANNO.
  3. Il flusso: “commesse militari”. Sebbene incapaci di attaccare la Siria o la Libia per ragioni di bilancio, gli USA finanziano con altri 100/150 miliardi di dollari lo sviluppo di software ad uso militare, chip, tecnologie varie.
Il flusso militare e’, ovviamente, molto difficile da fermare. Essendo spesa militare, ci si puo’ solo mettere di traverso ad ogni guerra nuova, sperando che alla fine qualcuno arrivi a dire “ehi, ma perche’ ci stiamo armando sino ai denti?”. Non so se questa strategia possa funzionare, agli americani PIACE armarsi sino ai denti, a prescindere.
Il flusso “startup” e’ difficile da fermare anch’esso, dal momento che l’informatica riceve dopotutto POCHI dei soldi stampati dalla FED, che arrivano anche a sostenere l’edilizia, a sostenere prestiti al consumo, ed altro.
I flussi 2 e 3 non possono, realisticamente, essere fermati. Possono pero’ venire imitati. Cioe’, si puo’ fare in modo che anche in UE aumenti la spesa militare in nuove tecnologie. Per fare questo occorre una scusa, e un disimpegno americano in UE potrebbe esserlo. Una guerra fredda contro gli USA potrebbe anche funzionare, a patto di trovare il pretesto.
Il flusso 2 si puo’ imitare anch’esso, ma occorre che non esista un “Incumbent” americano. Altrimenti tutte le startup europee non faranno altro che sviluppare applicazioni per l’ecosistema Android o per quello Apple. Entrambi americani
Occorre anche qui una scusa, un pretesto per fermarne le vendite , per bloccarne  la diffusione.
Il flusso “spionaggio” invece ha un bel vantaggio, ovvero politicamente esso sostiene lo scontro che si vuole affrontare per fermarlo.
Oggi, la NRW Zeitung scrive “adesso basta amicizia con gli americani. Abbiamo gia’ sopportato tanto, non possiamo sopportare ancora”. Voi direte , e….?
E…. succede che in NRW ci sia uno dei “triangoli” della telematica, avendo qui D-Telekom, Vodafone De, Vodafone Global, Unitymedia, ed altri. Con i relativi indotti. C’e’ da stupirsi se un giornale che vive della pubblicita’ e degli azionisti delle telco , spinga in questo modo?
Allora, c’e’ una lobby della telematica, dell’informatica , della tecnologia che e’ stufa di subire il gigantesco fiume di soldi che il GOVERNO USA sta dando al mondo IT americano. Di due grosse aziende che facevano telefoni in Europa, Ericsson e Nokia, e’ finito il tempo. Ma chiediamoci: siamo sicuri che Google avrebbe potuto fare quei prezzi su Android, se nessuna FED avesse finanziato qualche backdoor? Se nessuno avesse finanziato l’ecosistema di Android dando soldi a chi produceva le app, cioe’ alle startup? Ne siamo sicuri? Qualcuno no.Siamo sicuri che in USA sarebbero cosi’ avanti nel design dei chip, se non ci fossero triliardi di dollari in commesse militari, cioe’ ancora aiuti di stato? Siamo sicuri che le telco USA e gli ISP USa sarebbero cosi’ forti, senza i soldi che NSA , FBI, CIA, ed altri, pagano per spiare?
Stiamo parlando di flussi finanziari non indifferenti.
Voglio dire: guardate questo blog. GRATIS. C’e’ pubblicita’? No. E twitter. E facebook.
Vodafone e Telefonica investono, stando ai loro bilanci, 3.2 e 3.9 miliardi di euro/anno in IT. Facebook le supera vastamente.
Ora, di cosa vive Facebook? Di pubblicita’.
…. seriously?
Cioe’, Telefonica e Vodafone potrebbero fottersene altamente di farsi pagare, offrirvi tutto gratis, dall’abbonamento,  a patto che accettiate di ricevere MMS e SMS di pubblicita’? Questo e’ il modello? Uhm. Eppure, Facebook e Twitter sostengono di pagarsi miliardi di dollari di  spese piu’ o meno in questo modo.
Nel 2012 Facebook ha dichiarato un fatturato di 5.1 MILIARDI di dollari, con un margine operativo di 384 milioni. http://en.wikipedia.org/wiki/Facebook
Vorrei capire: siccome la spesa di Facebook e’ quasi tutta in IT, stiamo parlando di quattro miliardi e rotti di dollari. Pagati con la pubblicita’. Perche’ allora Telefonica e Vodafone non fanno lo stesso? Perche’ non danno tutto gratis in cambio di pubblicita’? Perche’ si ammazzano per competere sui prezzi, quando potrebbero regalare tutto?
Cioe’, questi continuano a farsi pagare da voi la bolletta e il telefono e tutto, quando potrebbero semplicemente darvi tutto gratis, e farsi pagare per la pubblicita’ dagli inserzionisti? Quindi non hanno capito un cazzo: una Telefonica, una O2, una T-Mobile potrebbero semplicemente raccogliere inserzionisti e dirvi “ehi, se accettate la nostra pubblicita’ come SMS e MMS, vi diamo tutto GRATIS, come Gmail e Facebook”?
Va bene, voi avete deciso di crederci. Ma pensate per un attimo che non sia possibile. Pensiamo per un attimo che NON SIA possibile per infrastrutture cosi’ grandi raccogliere pubblicita’ a sufficienza da pagarsi i costi. Supponiamo per caso che CHIUNQUE vada a proporre ad una telco di dare tutto gratis e di vivere di pubblicita’ riceva solo RISATE perche’ il modello non e’ sostenibile.
Se per caso e’ cosi’,  allora, di cosa vivono questi signori? Se per caso BMW non puo’ regalarvi le auto a patto che ascoltiate pubblicita’ per tutto il viaggio, se non possono regalarvi vestiti a patto che ci siano delle toppe con la reclame di aziende, se non possono darvi le case gratis a patto che le pareti siano sponsorizzate e si senta pubblicita’ in ogni stanza, e allora di cosa vivono questi giganti?
Negli ambienti dell’ IT europeo sta avanzando, piano piano, il legittimo sospetto. Gente che di affari vive , ogni giorno, gente che ne mastica piu’ di una mucca al pascolo, sta iniziando a notare che la sua azienda NON PUO’ vivere di pubblicita’.
Twitter ha dei bilanci che in qualsiasi mercato NORMALE portano al fallimento. Amazon e’ stata in PASSIVO per ANNI. Nessuno si chiede come sopravvivano delle aziende con dei bilanci catastrofici?
Cioe’, diciamolo: parlatemi del modello di business di Twitter. Non potete. Sapete perche’? Perche’ non esiste. Non lo ha mai definito nessuno. MA SE VOI, CHIUNQUE DI VOI, si presenta come startup SENZA chiarire il modello di business, NON PRENDE UNA LIRA.
 Diciamo che prima in Germania, e poi in Francia, dove avevano e hanno un bel pochino di aziende IT, si sta diffondendo il sospetto, piu’ che legittimo, che le aziende IT americane siano sostenute, sotto varie forme, dal governo USA. Che non vincano sul mercato, perche’ il modello di business di Facebook, se viene simulato in un qualsiasi software di analisi, risulta PERDENTE. Perche’ i bilanci di Twitter sono da tribunale fallimentare. Perche’ Bezos ha potuto stare in perdita per ANNI; con cash flow per i quali a chiunque altro arriva un giudice dopo pochi mesi.
E c’e’ il dubbio che questo sostegno si traduca in una concorrenza insostenibile.
Cosi’, e’ iniziata una battaglia tra lobbies. Le strategie sono due, diciamo piano A e piano B:
  • Il piano A consiste nel costringere, a furia di pressioni politiche, gli USA a fermare il fiume di soldi. Si sa benissimo che fallira’, perche’ i flussi sono almeno tre, e su due gli USA non tollerano ingerenze.
  • Il piano B consiste nel creare una tale ostilita’ dal proteggere il mercato europeo dagli americani. Lo scopo di chi spinge in questi giorni gli scandali e’ di ottenere un blocco dei prodotti USA.
Quello che faranno e che vogliono ottenere e’ una serie di provvedimenti europei per:
  1. Sicurezza e certificazione. Un sistema di certificazioni che in europa avvantaggi le aziende europee.
  2. Classificazione strategica. Una legge che, almeno per appalti pubblici, riservi tutto lo spazio ad aziende europee.
  3. Un sistema di finanziamenti a pioggia nel mondo IT, giustificato dalla necessita’…. di difendere la privacy, o qualcosa del genere.
Con tutto questo si cerca di bilanciare il fiume di denaro che dal governo USA va a finanziare gli “Over the top”, che senza non potrebbero vivere davvero, e in qualche caso dovrebbero gia’ essere morti.
TAnto per intenderci, i libri contabili di Twitter sono peggio di quelli Alitalia. Solo che Alitalia il business model ce l’ha e chiaro: “compagnia aerea, che ti fa viaggiare coi soldi che paghi per salire a bordo”. Il business model di Twitter, se qualcuno lo ha visto, e’ un pochino come lo Yeti. Moltissimi dicono di averlo visto, ma non ci sono prove della sua esistenza.
Ma qualcuno e’ pronto a sborsare miliardi per le sue azioni. Chi sia questo qualcuno, e’ semplice: il prossimo che poi emettera’ titoli a rischio, che la FED comprera’ in cambio di soldi sonanti.
Ma e’ il mercato, darling.
Cosi’, aspettiamoci che la cosa scali in Europa, sino ad ottenere una direttiva che privilegi, su tutto il continente, le aziende IT del luogo e svantaggi gli americani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: