Scioglimento dell’Arma dei Carabinieri e insediamento di un corpo militare sovranazionale

 

Sul sito dell’U.N.A.C. (Unione Nazionale Arma Carabinieri) leggiamo una breaking news inquietante: ”L’Arma verso lo scioglimento. L’Unione Europea impone la smilitarizzazione della quarta Forza Armata e l’accorpamento dei carabinieri alla Polizia di Stato … L’Arma dei carabinieri in un futuro più o meno prossimo, ma certamente non remoto, è destinata ad un inevitabile scioglimento“. Poco meno di due anni fa la Camera dei Deputati ratificava ad unanumità l’accordo europeo per la costituzione di una forza armata speciale, chiamata EGF.
La Forza di gendarmeria europea (Eurogendfor o EGF) è il primo Corpo militare dell’Unione Europea a carattere sovranazionale. La EGF è composta da forze di polizia ad ordinamento militare dell’UE in grado di intervenire in aree di crisi, sotto egida NATO, ONU, UE o di coalizioni costituite “ad hoc” fra diversi Paesi.
Eurogendfor può contare su una forza di 800 “gendarmi”mobilitabile in 30 giorni, più una riserva di altri 1.500; il tutto gestito da due organi centrali, uno politico e uno tecnico. Il primo è il comitato interdipartimentale di alto livello, chiamato CIMIN, acronimo di Comité InterMInistériel de haut Niveau, composto dai rappresentanti dei ministeri degli Esteri e della Difesa aderenti al trattato. L’altro è il Quartier generale permanente (PHQ), composto da 16 ufficiali e 14 sottufficiali (di cui rispettivamente 6 e 5 italiani). I sei incarichi principali (comandante, vicecomandante, capo di stato maggiore e sottocapi per operazioni, pianificazione e logistica) sono ripartiti a rotazione biennale tra le varie nazionalità, secondo gli usuali criteri per la composizione delle forze multinazionali.
Non si tratta quindi di un vero corpo armato europeo, un inizio di esercito unico europeo, nel qual caso si collocherebbe alle dipendenze di Commissione e Parlamento Europeo, ma di un semplice corpo armato sovra-nazionale che, in quanto tale, gode di piena autonomiaInfatti, la EGF non è sottoposta al controllo dei Parlamenti nazionali o del Parlamento europeo, ma risponde direttamente ai Governi, attraverso il citato interministeriale (CIMIN
  • L’articolo 21 del trattato di Velsen, con cui viene istituito questo corpo d’armata sovranazionale, prevede l’inviolabilità dei locali, degli edifici e degli archivi di Eurogendfor.
  • L’articolo 22 immunizza le proprietà ed i capitali di Eurogendfor da provvedimenti esecutivi dell’autorità giudiziaria dei singoli stati nazionali.
  • L’articolo 23 prevede che tutte le comunicazioni degli ufficiali di Eurogendfor non possano essere intercettate.
  • L’articolo 28 prevede che i Paesi firmatari rinuncino a chiedere un indennizzo per danni procurati alle proprietà nel corso della preparazione o esecuzione delle operazioni.
  • L’articolo 29 prevede infine che gli appartenenti ad Eurogendfor non potranno subire procedimenti a loro carico a seguito di una sentenza emanata contro di loro, sia nello Stato ospitante che nel ricevente, in tutti quei casi collegati all’adempimento del loro servizio.
Nel trattato di Velsen c’è un’intera sezione intitolata “Missions and tasks“, in cui si apprende che Eurogendfor potrà operare “anche in sostituzione delle forze di polizia aventi status civile”, in tutte le fasi di gestione di una crisi e che il proprio personale potrà essere sottoposto all’autorità civile o sotto comando militare.
Tra le altre cose, rientra nei compiti dell’Eurogendfor:
  • garantire la pubblica sicurezza e l’ordine pubblico
  • eseguire compiti di polizia giudiziaria (anche se non si capisce per conto di quale Autorità Giudiziaria)
  • controllo, consulenza e supervisione della polizia locale, compreso il lavoro di indagine penale
  • dirigere la pubblica sorveglianza
  • operare come polizia di frontiera
  • acquisire informazioni e svolgere operazioni di intelligence
Il 14 maggio 2010 la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana ratifica l’accordo. Presenti 443, votanti 442, astenuti 1. Hanno votato sì 442: tutti, nessuno escluso. Poco dopo anche il Senato dà il via libera, anche qui all’unanimità. Il 12 giugno 2010 il Trattato di Velsen entra in vigore in Italia. La legge di ratifica n° 84 riguarda direttamente l’Arma dei Carabinieri, che verrà assorbita nella Polizia di Stato, e questa degradata a polizia locale di secondo livello. Allo stesso tempo, l’art.4 della medesima legge introduce i compiti dell’Eurogendfor, tra cui:
a) condurre missioni di sicurezza e ordine pubblico;
c)  assolvere  a  compiti  di  sorveglianza  pubblica,  gestione  del traffico,   controllo   delle   frontiere   e   attivita’ generale d’intelligence;
e) proteggere le persone e i beni e mantenere  l’ordine  in  caso  di disordini pubblici.
In pratica, significa che avremo per le strade poliziotti veri e propri, che non rispondono direttamente delle loro azioni nè allo Stato italiano, nè all’Unione Europea.

Forse non è a rischio solo lo scioglimento della Beneamata Arma ,potrebbe essere a rischio la sovranità nazionale.

 

Fonte

Annunci

9 Responses to Scioglimento dell’Arma dei Carabinieri e insediamento di un corpo militare sovranazionale

  1. Mauro says:

    In effetti mi sembra “un giusto atto di coerenza” se in Italia abbiano una istituzione sana che vanta “appena” 198 anni di gloriosa storia , di atti eroici veri ,e di azioni che vanno ben oltre il dovere , mi sembra piu che giusto distruggerla , dalto canto e’ in perfetta sintonia con l’operato dei nostri politici , e in testa ci metto quello che senza ombra di dubbio e’ il peggior Presidente della Republica che noi Popolo Italiano abbiamo mai avuto , un Presidente che si arroga il diritto di esternare solo ridicolagini ( la grave carenza in Italia di piste ciclabili ),o se mai fosse possibile cose che a mio modesto avviso sono di una gravità estrema visto il suo specifico incarico (protettore della Costituzione Italina ) posso capire che l’età avanzata sia concausa di certe azioni Sig. Presidente ,ma quando si arriva a auspicare rinunce di sovranità a fronte di una probabile “crescita economica” credo personalmente che Lei abbia perso di vista la reale situazione , personalmente ritengo che non è mai saggio rinunciare alla Sovranità Nazionale anche perchè tale sovranità e’ stata guadagnata con il sangue in tempi non poi cosi lontani ,e non è bene dimenticarlo mai ,come non è bene portare le persone alla disperazione ,vede io sono un piccolissimo artigiano , nonche un ex Carabiniere , mi definisco persona semplice ,e da persona semplice , che conosce il senso di parole semplici come sacrificio, e dedizione al proprio lavoro , posso assicurarle che vedo ogni singolo giorno la reale fatica del quotidiano vivere delle persone , vedo la disperazione di uomini che semplicemente non trovano il coraggio di guardare in faccia la propria donna sapendo che hanno perso il lavoro ,sapendo che stanno piombando nell’abisso dei nuovi poveri , persone semplici che amano cose semplici , la casa la moglie i figli,il lavoro ,e dare quella normale sicurezza che ogni persona onesta merita, vede Sig. presidente credo che il suo popolo sia stanco di leggere ogni giorno sui vari giornali storie tutte uguali ,ovvero quale politico ha rubato di piu’ vede a mio modesto avviso Lei dovrebbe essere riconoscente al suo popolo , e rendersi conto che il popolo ama le sue Istituzioni più rappresentative e credo senza ombra di dubbio L’ARMA DEI CARABINIERI sia al primo posto un primato guadagnato letteralmente con il sangue di molti carabinieri , e con le lacrime dei loro cari ,e se mi permette NESSUN POLITICANTE HA IL DIRITTO DI IGNORARE TALI SACRIFICI.

  2. QUESTA E’ UNA MOSSA PER EVITARE CHE SI FACCIA UN REFERENDUM PER USCIRE DALL’EUROZONA,?!QUALCUNO LO HA PREVISTO DA ANNI, CI OBBLIGHERANNO AD ACCETTARE TUTTE LE LORO CONDIZIONI,C’ERA UN VIDEO SU’YOUTUBE, MA E’ STATO RIMOSSO,DICEVA ANCHE CHE CI SAREBBERO STATE CARCERI PRIVATE PER I “RIBELLI”

  3. Non mi piace! ci stanno togliendo tutto in nome di non si sa quale corpo sovranazionale. Però in altri campi non si fanno affatto riferimenti sovranazionali: ad esempio mentre negli altri paesi europei chi è stato inquisito o condannato non può presentarsi in liste elettorali, da noi ancora si discute come se , ad esempio, scartare un dell’Utri o un cosentino, per non dire (non sia mai) un berlusconi, fosse una terribile violazione delle libertà democratiche, mentre si tratta di gente che dovrebbe stare in galera. Anche per l’inenarrabile lunghezza dei processi e per il continuo calpestare le leggi e la costituzione, nessun adeguamento agli esempi inglese o tedesco,: da noi ogni riga della costituzione viene riscritta o rimaneggiata a seconda di quel che fa comodo al potente di turno, nella totale indifferenza di chi dovrebbe salvaguardarla (leggi Presidente della Repubblica): per sentire una voce in difesa della costituzione dobbiamo ascoltare un comico come benigni, o grillo, o un magistrato disposto a lasciare la toga. I carabinieri scompariranno nel più totale silenzio, loro e i loro meravigliosi cavalli coperti dai mantelli che cadevano dalle spalle dei carabinieri, durante le loro passeggiate in coppia per farsi ammirare dai turisti; io li ho ancora visti a roma qualche anno fa, ma ora non ci sono più

  4. Luigi says:

    Da ex Ufficiale, da figlio di ex SU. Carabiniere, da Italiano dico : giù le mani dall’Arma, solido baluardo numero uno delle nostre Istituzioni.

  5. Andrea says:

    Ma si, distruggiamo anche l’ARMA! E perchè non cambiare nome alla nazione? E l’inno? Cambiamo pure quello! SEMPRE PIU’ CONVINTO, VIA DALL’EUROPA UNITA E DALL’AREA EURO. MEGLIO SOLI E ITALIANI CHE EUROPEI E PECORE!

  6. vespamodelli says:

    Fare fuori l’arma per poi essere liberi di fare quel che vogliono. Se c’è una cosa che non è marcia in questo paese è l’arma dei carabinieri e quindi la sciolgono. Spero sia una bufala.

  7. carla masola says:

    POVERA ITALIA ! LA BENEMERITA E’ IL NOSTRO ORGOGLIO E LA NOSTRA SICUREZZA NAZIONALE. I NIPOTI DI HITLER STANNO GOVERNANDO L’EUROPA ESAUTORANDO I SUOI SIMBOLI PIU’ AUTOREVOLI E GLORIOSI….. voglio diventare apolide . Non c’è piu’ nulla che mi rappresenti in questo Paese, che amo, e che ha perso ogni dignita’ gloriosa per colpa dei suoi governanti.

  8. Quelle brave persone che tiirano veramente le fila , per capirci quelli che hanno creato la crisi del’29 , che hanno fatto affari con mussolini , con hitler, con gli americani, con russi coreani, cinesi vietnamiti, kosovari, malesi rinnegando all’occorrenza l’operato , in questo momento hanno paura e hanno creato un gruppo di riservisti assassini e non responsabili per pararsi il culo. L’unica soddisfazione e’ che alla fine moriremo tutti in perfetta e terrificante solitudine, e allora neanche un esercito gli alleviera’ il terrore e la paura’che accompagnano la morte. Meditate gente

  9. Reblogged this on Il blog di Fabio Argiolas.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: