Porre fine alla vita privata con fondi pubblici: la nuova sfida del Grande Fratello Britannico.

La Gran Bretagna che già conta un’importante rete di videocamere, potrebbe trasformarsi in un  vero stato orwelliano. Il governo britannico sta cercando di approvare una legge anti-terrorismo che permetterebbe al Grande Fratello di controllare costantemente la popolazione,facendo anche in modo che siano loro stessi a finanziare tale progetto.

Se si concretizza quest’iniziativa promossa sotto la bandiera anti terrorista, le autorità potranno conoscere in un colpo solo tutti gli aspetti della vita delle persone: i luoghi che visitano, i messaggi inviati tramite cellulare, ogni spostamento, tutto ciò che dicano e facciano perfino le mail e i messaggi su FB.

Tutta l’informazione sarà conservata nei server delle aziende provider di banda larga e telefonia mobile per un anno. Anche se non vengono incluse le  conversazioni telefoniche e messaggi vocali, le autorità potranno ugualmente conoscere con chi si ha conversato, quando e da dove.

I detrattori dell’idea, principalmente i difensori dei diritti del cittadino a livello digitale, segnalano che tale misura rende vulnerabile la privacy e che porta le persone a vivere con paura, producendo un costante senso di persecuzione.

Pagatevi il “funerale” della vostra privacy.

I difensori dei diritti civili segnalano che questa legge rappresenta un cambiamento radicale nel concetto di privacy come lo si intendeva fino ad ora.

Per Jim Killock, manager del Gruppo dei Diritti Aperti, un’organizzazione della difesa dei diritti d’autore, il problema del sistema consiste nel fatto che è “invasivo”. “Potrebbe essere utile in qualunque ambito, nell’evasione delle tasse, in un divorzio o nei diritti d’autore. Il terrorismo e i crimini gravi sono solo due aspetti in più per i quali quest’informazione potrebbe essere usata”.

Da parte sua, Nick Pickles, direttore dell’organizzazione senza scopi di lucro “Big Brother Watch” considera che ci troviamo di fronte al primo passo affinchè il Governo assuma il controllo della rete. “L’unico luogo del mondo che ha questo tipo di regolamentazione è la Cina. Mi dispiace ma il Regno Unito non è la Cina e la legge non dovrebbe essere adottata trattandosi di un paese che reprime i diritti umani”.

Allo stesso tempo un altro aspetto che genera malessere tra i britannici è il costo di tale misura: circa un miliardo dollari che dovranno essere  pagati con i contributi versati  degli stessi cittadini.

Garantire la sicurezza e non morire nell’intento.

Questo è il secondo intento del Governo Britannico di creare una legge che permetta di spiare e di seguire i suoi cittadini. La prima proposta risale al 2008 e non trovò l’appoggio del Parlamento.

In quest’occasione il Governo sostiene che la misura risulta essere necessaria per garantire la massima sicurezza possibile per i Giochi Olimpici che si terranno a Londra.

Attraverso questa stessa motivazione e per evitare ipotetiche minacce terroristiche, le autorità britanniche hanno previsto di dispiegare droni equipaggiati con telecamere di controllo, navi da guerra ancorate nel Tamigi, elicotteri e un esercito formato da 50.000 membri delle forze di sicurezza.

Fonte

Traduzione: FreeYourMind!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: