MANIPOLAZIONI. Attenti, contano sulla vostra stupidità!

QI basso? Allora sei di destra

 

New York – Chi da piccolo presenta un basso quoziente intellettivo (QI) ha con il tempo maggiore possibilità di sviluppare tendenze razziste, conservatrici e pregiudizi. Sono i risultati di una ricerca della Brock University nell’Ontario, pubblicati su Psychological Science. Uno studio che sicuramente farà discutere.

“Quello che è emerso è un ciclo vizioso, in cui le persone con basso QI vivono intorno a ideologie conservatrici, che formano resistenze al cambiamento, e dunque pregiudizi”, ha spiegato al LiveScience il professor Gordon Hodson, autore responsabile dello studio.

Perché persone meno intelligenti dovrebbero mostrare tendenze conservatrici? Perché presenterebbero delle strutture e degli ordini più facili da capire rispetto alla complessità che ci circonda, continua Hodson. “Sfortunatamente queste caratteristiche contribuiscono a sviluppare pregiudizi”.

Cosa ne pensate? Veramente i conservatori tendono ad avere un quoziente intellettivo più basso e veramente si diventa di destra per mancanza di intelligenza e odio della complessita’? Oppure al di la’ di questo che sembra il problema dell’uovo e della gallina rivisitato, si tratta semplicemente di una opinione politica faziosia contro chi ha idee e tendenze di vita e psicologiche non allineate con certa sinistra, il tutto mascherato con la causa e le ragioni della scienza?

Ictus, i pessimisti rischiano di più

Pericolo doppio per le persone troppo introverse e perennemente preoccupate

Redazione Staibene.it – 7  Febbraio  2012

D’accordo, il carattere che abbiamo non ce lo siamo scelto. Ed è molto difficile cambiarlo, specie raggiunta l’età adulta. Se però vi dicessimo che un elemento tipico della vostra personalità vi espone maggiormente al rischio di incorrere in un ictus? È molto più di una semplice ipotesi, ma il risultato di uno studio scientifico presentato in occasione dell’ultimo meeting dell’American Stroke Association, a New Orleans (negli Usa): le persone che presentano un alto tratto di chiusura mentale e di introversione (e quindi comportamenti come eccessiva preoccupazione, pessimismo, paura e fatica) hanno una maggiore probabilità di incorrere in un ictus.

Rischio doppio
Lo studio ha preso in considerazione 1.082 adulti privi di demenza, classificati su una scala in grado di misurare il loro livello di introversione, preoccupazione ed eccessivo pessimismo. Le persone che hanno segnato un livello elevato di questo tratto della personalità hanno avuto un aumento del rischio di ictus, circa il doppio rispetto alla media. Il legame tra alti livelli di questo tratto della personalità e un aumento del rischio di ictus è rimasto anche dopo che alcuni ricercatori hanno preso in considerazione la funzione cerebrale e  motoria, i fattori di rischio cardiovascolari e condizioni particolari come le nevrosi.
I risultati di questo studio, tuttavia, vanno considerati ancora come conclusioni preliminari: poiché l’indagine è stato presentata a un congresso medico, bisognerà attendere che gli stessi dati siano pubblicati su una rivista “peer-reviewed”.

———————

COMMENTO. Il basone e la carota per trattare con gli asini (capite chi sono i committenti?)

Ecco un esempio notevole, tra i tanti che si potrebbero fare, di azione manipolatoria delle menti da parte di quello che io chiamo “Potere del Cane” (espressione ripresa dai contadini messicani). Chi è progressista è più intelligente; all’inverso chi è di destra, ossia conservatore, è stupido. Perché? Nella loro agenda i globalismi hanno, come ormai sapete, una forte preoccupazione maltusiana. Sono ossessionati dalla necessità di ridurre la popolazione (e questo è in agenda Onu, Codex alimentarius, Fondazione Rockefeller, Fondazione B. Gates, Trilateral, Bilderberg, Casa reale inglese, ecc.) e uno dei modi con cui realizzare l’ obiettivo è quello di rendere la sessualità omosessuale di serie A, e quindi di rendere la sessualità etero (e feconda) di serie B. In questo modo, quando buona parte dell’umanità avrà accettato la famiglia omo, ecco che queste coppie sterili potranno al massimo adottare un bambino, ma non farne altri. E questo nell’interesse dei globalisti consente di frenare la crescita demografica, mentre per le coppie gay c’è il vantaggio di avere un bambino in casa con cui poter fare il bagnetto. Quando la porta di casa è chiusa ognuno fa quel che gli pare. Per accettare questa prospettiva, bisogna essere conservatori o progressisti? Mi pare ovvia la risposta. Per accettare che le sementi Ogm sostituiscano quelle naturali e biologiche, bisogna esser conservatori o progressisti? Rispondete da soli. Per accettare che l’alimentazione con alimenti clonati sostituisca quella con animali che si riproducono naturalmente, bisogna esser conservatori o progressisti? Rispondete! Per accettare che si faccia educazione sessuale ai bambini da tre anni in su, incluso insegnamento di tecniche di masturbazione, bisogna essere progressisti o conservatori? Provate! Per accettare la scomparsa del mondo contadino e delle sue metodiche tradizionali a favore della grande distribuzione a filiera lunghissima (cibi che vengono da 10.000 km lontano), come bisogna essere? Fate voi. Per accettare che la morte sia una eutanasia attiva (ossia, iniezione letale ai pazienti terminali), o anche solo passiva (smettere di dargli acqua e cibo), anziché lasciare la natura al suo corso come si faceva una volta, come bisogna essere? Rispondete se progressiti o conservatori. La Corte suprema di giustizia Usa boccia il ricorso di chi voleva fossero vietati ai minori videogiochi violentissimi; questa bocciatura è progressista o conservatrice? E quella della medesima Corte che bocciava chi voleva proibire cartoni pedopornografici, in nome della libertà di espressione? Chi è conservatore o progressista, chi voleva proibire o consentire? Si propone di liberalizzare le droghe, di cui qualche stato, considerato superdemocratico, è maggior azionista ed esportatore (la centrale europea ora sta in Kosovo), anche grazie alla mafia del cui appoggio si avvale, come bisogna essere? Indoviniamo. Per accettare le manipolazioni del genoma, a fini, come al solito, bellici o commerciali, come bisogna essere conservatori o progressiti? Per accetare l’aborto, come mezzo anticoncezionale, bisogna esser progressisti o conservatori? Per abolire le religioni e ogni influenza loro nella sfera sociale, visto che non vogliono aborto, eutanasia e matrimoni omo, che bisogna essere? Vogliamo continuare per ore?

Ebbene la sòla che vi hanno confezionato i soliti “scienziati americani” -possono esistere secondo voi scienziati turchi, o russi, o cinesi, o venezuelani? non è probabile!- è composta di due stadi. Quello esposto è il primo, la cui sostanza dice che i progressisti sono intelligenti, mentre quelli che si oppongono a quei “progressi” di cui vi ho parlato sono stupidi. Se questa è la carota, nella seconda parte della sòla sta il bastone, che dice: chi non è ottimista si becca l’ictus! Perché la seconda parte della sòla è complementare alla prima? Perché per accettare da progressista che le carni clonate sono non dannose o addirittura migliori di quelle naturali, devi essere un ottimista . Per accetare da progressista gli Ogm come sicuri per la salute e migliori –addirittura- dei naturali, devi essere ottimista come un veronesi, che ride a 40 denti quando ne parla. Per accettare da progressista che i bambini crescono sani ed equilibrati all’interno di una famiglia fatta di due o più finocchi, devi essere più che ottimista. Una tra le tante: che orientamento sessuale avrà il bambino? Devo continuare?

Carota: se sei progressista sei intelligente. Bastone: se non sei ottimista ti verrà l’ictus. Infatti l’ottimista è progressista, il progressista è ottimista.

A questo punto qualcuno potrebbe chiedersi : “ma questi scienziati così bravi non avranno mica scoperto qualcosa che renda i bambini più intelligenti ed eviti così che da grandi siano conservatori; e questo qualcosa non li farà anche un po’ più ottimisti in modo che da grandi evitino l’ictus?”. Servita signora, c’è pure questa scoperta, fatta da W. Reich nel 1936 e ora adottata da tutti i sessuologi del mondo occidentale (ma penso che anche gli psicologi siano sulla buona strada nell’adottare e suggerire questo “rimedio” per rafforzare l’intelligenza). Riporto quanto ho già scritto  nell’articolo “Sessualità. Perversione 2 della medicina occidentale” che trovate nella categoria medicina. ” W. Reich, ne “La rivoluzione sessuale” (“opera” del 1936) ripete spesso che i bambini che si masturbano sarebbero più intelligenti di quelli che non lo fanno. Una mamma progressista osserva dal buco della serratura che il suo bambino, da solo, non fa nulla…Preoccupata telefona alla Dr.ssa Provola, chiedendo se il suo bambino rischia di crescere non intelligente. La Provola rassicura la mamma dicendole che le provole mandate  a fare educazione sessuale nelle scuole hanno l’incarico di esporre ai bambini che cos’è e come si fa la masturbazione (vedi i manualetti di educazione sessuale, per bambini da 9 a 13, dell’UICEMP, sezione italiana dell’International Planned Parenthood Federation,  per precocizzare la sessualità e diffondere condotte maltusiane sin da tenera età). La scuola italiana è un vero caseificio….

PS. A Cannes, al festival del cinema di maggio 2009 i soliti ignoti che pilotano le vincite, hanno fatto avere la palma a un certo Haneke, presentatosi con un film dal titolo Das Weisse Band. Lui dice col suo film di aver scoperto perchè i tedeschi divennero nazisti. Raffigura così in bianco e nero villaggi della Germania dove i bambini ricevevano una rigida educazione, al culmine della quale troviamo una pratica antionanismo che consisteva nel legare la notte le mani dei bambini affinchè non si toccassero. Al di là della fondatezza storica del film si noti l’impianto reichiano della tesi: la manina legata di quei bambini durante la notte diventa di giorni la manina che cava gli occhi per puro sadismo ad un handicappato; ecco preannunciata la ferocia nazista. In Psicologia di massa del fascismodel 1933 Reich scriveva che si diventa fascisti e nazisti se i bambini non praticano la masturbazione da piccoli…..Un suggerimento ad Haneke e a chi distribuirà il film: perchè non dargli come titolo La manina?”. Vedete, i bambini grazie alla manina si aiutano ad essere più ottimisti, più intelligenti, più aperti, progressisti, non conservatori, non razzisti, privi di pregiudizi, antifascisti…..accidenti (qualcuno proponga di modificare la Costituzione in cui si dica che è fatto obbligo nelle scuole dell’infanzia, dai 3 ai 5 anni……)! PDB

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: