The International: un film sul sistema militar-bancario

Ovviamente, trattandosi di un film attuale e a distribuzione “Columbia”, il suo scopo primario non può che essere di depistante propaganda: inforcando però gli occhiali a raggi x come ormai dovremmo aver imparato a fare, possiamo trarre dalla sua visione anche alcune utilissime considerazioni …

PROPAGANDA E CHIAVE DI LETTURA

( Guarda film in streaming )

Pur trattando del “cuore” del sistema occidentale, e delle dinamiche che “sono l’ occidente stesso”, il film ne tratta in modo che lo spettatore sia alla fine rincuorato della “normalità e bontà” di un sistema dove il “singolo (?) cattivo”, ( qui rappresentato dalla banca IBBC ) ovviamente sola mela marcia di un sistema che peraltro si suppone corretto, viene perseguito, scovato e debellato dai servizi di intelligence. Inoltre la tecnica fraudolenta sembrerebbe riguardare solo un aspetto particolare, ossia solo i conflitti armati, solo la compravendita di armi … in tutto il corso del film non si fa nessun accenno alle tecniche di indebitamento perpetrate nella “normale” società civile da “tutto” il sistema bancario nella sua essenza, non si lascia intendere che il debito pubblico sia una frode, e che su tale “frode sistemica” poggi il principio filosofico di base e l’ intimo funzionamento dello stesso Occidente.

Nella caratteristica tecnica di debunking il film mescola dunque piccoli brandelli di verità in un polpettone propagandistico a difesa del sistema; interpretandone però la lettura con la forza dell’ acquisita consapevolezza ( quindi in chiave complementare e opposta ) possiamo trarne delle informazioni utilissime a capire “dove vuol andare a parare” il sistema stesso, così come la propaganda in genere ci parla sempre di CHI la fa, e PERCHE’ la fa. Tale tecnica di “rilettura della propaganda” è ovviamente applicabile ad ogni caso in cui si sospetti il depistaggio informativo; la domanda chiave da chiedersi in partenza è sempre quella:
“Quello che questo media mi sta dicendo, serve a capire e svelare le dinamiche su cui poggia il sistema, o piuttosto al loro, per quanto scaltro, occultamento ? E in questo caso, cosa vuole esattamente nascondere ? E come intende reindirizzare il dissenso – leggi: indignazione, rabbia, ecc. – o il consenso – leggi: insieme di sentimenti positivi – suscitato in me dal messaggio manifesto – ossia trama, emozionalità, effetti scenici, ecc – usato dal medium quale troyan per inoculare il virus?”

( In fondo la tecnica usata dalla propaganda, se si sa vederla, è semplicissima, e ricorre sempre a quei pochi espedienti che sottostanno alle dinamiche pubblicitarie di un banale spot … e ormai mi sono anche stancato di ripeterlo, parbleu ( Vedi: come funziona uno spot pubblicitario ).
Un film, uno spot, sono sempre da leggere esattamente come il sogno ( parlo in senso psicodinamico, ovviamente ): il prodotto finale altro non è che  la parte “manifesta” del sogno, che riporta sia i desideri che gli elementi di censura introdotti dal sognatore, sia, parallelamente e in modo “latente”, gli elementi stessi che il sognatore vuole autocensurare: non solo, ma l’ ulteriore analisi dell’ aspetto formale che assumerà tale processo psichico ci dirà moltissimo della forma mentis del sognatore stesso, delle sue paure ed aspirazioni, e di dove in un certo senso “sta andando a parare”.
La lettura del semplice e piacevolissimo trattato di Fromm sul sogno ( Scarica: Il Linguaggio Dimenticato ) potrà servire più di tante astruse parole …

Vediamo quindi, separandone la lettura, prima gli elementi di ovvia propaganda e poi le utili informazioni che possiamo “spremere” dal troyan subliminale stesso introdotto dal film, interpretandolo “al contrario”, in un certo senso …

ELEMENTI DI PROPAGANDA

1) “Renderci tutti schiavi del debito” … La frase ad un certo punto pronunciata da Barbareschi, all’ apparenza dirompente e rivelatoria del “complotto per antonomasia” del debito pubblico, in realtà è debole e depistante in quanto:
a) il “Debito” viene sfuggevolmente citato, senza però citarne nè la vera natura, nè la vera funzione, nè il vero meccanismo: chi “non sa” tenderà ad intenderlo come semplice indebitamento “aziendale”, ben lungi dal sospettare la portata sociale ed onnicomprensiva di tale espediente.
b) Viene attribuita ad una sola banca “birichina” quella che invece è la tecnica “sistemica” alla base di tutto il sistema bancario occidentale
c) Si lascia intendere in tutta la trama del film che il “peccato” stia sostanzialmente nel traffico di armi, operato sull’ iniziativa personale di un gruppo sparuto di criminali internazionali che sembrano usare l’ istituzione bancaria come “copertura”, e che seppur a fatica vengono alla fine “scoperti ed espulsi” dal sistema stesso … insomma ci raccontano la balla colossale di “un’ infiltratura nel sistema” a coprire quello che invece è esattamente IL SISTEMA BANCARIO.

ELEMENTI DI UTILITA’

Vediamo ora gli elementi utili che possiamo estrapolare dal film stesso.
Il “messaggio latente” che si vuole svelare e contemporaneamente nascondere, e che trapela chiaramente dalla lettura in chiave “auto-difensiva” del film, coincide essenzialmente con queste 2 “intimidazioni”:

1) Che credi di fare ? il sistema è corazzatissimo, voluto e difeso dalle Istituzioni stesse e da ogni settore dell’ Intelligence.
( L’ assunto, sviluppato da tutta la trama del film, è infine esposto anche verbalmente dal “cattivo” che, prima di morire, dice al protagonista che uccidere un semplice attore non scalfirà minimamente l’ intera struttura. Quello che invece si vuol nascondere, riportandola nel film ad un solo caso isolato, è che tale struttura sia lo schema generale di organizzarsi del mondo bancario occidentale, in pratica sia l’ Occidente stesso: non un “bubbone malato”, ma l’ organismo stesso … e non puoi estrapolare un corpo da se’ stesso, parbleu ! )

Il messaggio è quindi subliminalmente indirizzato a “chi sa”: vedi che ambaradàn siamo disposti a fare, vedi come il sistema sia strenuamente connesso e difeso dagli stessi organi sistemici ? Credi di potere qualcosa col tuo stupido blog, con le tue stupide raccolte di firme, con la tua risibile opposizione, con i tuoi mezzucoli da quattro soldi ? Credi che ci sia una qualche parte istituzionale che non sia intimamente connessa col sistema stesso ? … Domanda che potremmo girare ai vari parlamentari che, guardacaso sempre in coincidenza con periodi pre-elettorali, tirano in ballo un improbabilissimo approccio “politico” al problema Debito Pubblico … E via, parbleu, a chi volete darla a bere ???
E vedendo questo film con gli occhi di “chi sa”, in effetti, non si può che uscirne con un senso di infinita e sconsolante impotenza … risultato raggiunto ! …
Per contro, il fatto stesso che ci si premuri di incanalare con ogni mezzo il dissenso significa che la vera paura del sistema è che il suo intimo funzionamento divenga chiaro ai più … solo accesso “indifeso e indifendibile” alla cittadella del potere, in quanto tutte le altre ( via politica, associativa, dimostrativa ecc ) non sono che canalizzazioni difensive riportanti all’ interno del sistema stesso.

2) Guarda che non si tratta di un apparato “Commerciale”, ma “Militare” !
E qui veniamo alla parte di comprensione profonda del sistema:
Chi crede ancora che il modo in cui l’ Occidente ha strutturato il suo sistema bancario sia a mero scopo di arricchimento e sfruttamento commerciale non ha capito una cippa: si tratta del modo stesso di funzionare dell’ Occidente, del super-stato occulto che ha organizzato sè stesso in questa struttura “Militar-Bancaria”.
Non è una politica, nè tantomeno una tecnica economica: è l’ Occidente stesso, è il cuore ed il sistema nevralgico del mostruoso Alien che vive dietro l’ apparenza, è esattamente il modo in cui si è strutturata l’ èlite per combattere e controllare il resto della popolazione.
( Nel film tale concetto è assolutamente e volutamente minimizzato e occultato, facendo credere che “la parte sporca” consista nel commercio di armi … ingenuità per principianti ).
Cosa si intenda veramente per complesso Militar-Bancario lo vediamo esattamente in questi giorni, dove le crisi economiche saranno spinte all’ interno del super-stato fino ad avere gli stessi identici effetti di un bombardamento a tappeto, e dove l’ aggressione militare viene spinta all’ esterno da quegli stessi interessi coalizzati che confluiscono a formare il sistema bancario, vero cuore criminale del “Nuovo Ordine”, della “Restaurazione Occidentale”, dello Stato Occulto Occidentale, insomma.

OCCIDENTE IN DECLINO ?

Ora, se un’ elite organizzatasi in questo modo, ha a sua disposizione:

a) Popolazione schiavizzata disposta a lavorare senza ribellarsi in condizioni di vita di mera sussistenza
b) Territori e risorse da sfruttare a volontà in virtù della potenza prevaricatrice del proprio esercito
c) controllo totale ed assoluto delle energie e rispettive tecniche d’ impiego
d) Un sistema di controllo interno occulto, insospettabile ed inattaccabile …

… beh, ha tutto, che altro le serve ? E non si capisce perchè mai tale sistema dovrebbe essere in crisi … finchè reggono i supporti Militare e Bancario ( che non a caso confluiscono in uno solo ) questi qui rompono il culo a tutti … e lo stiamo vedendo.

Per questo mi fanno sorridere tutti quelli che parlano di “crisi del capitalismo”, di “crisi del sistema”, di “necessità di decrescita” e balle varie …. l’ èlite non è assolutamente toccata dalle crisi “periferiche” che essa stessa provoca … saranno folli, ma mica coglioni, parbleu !! …

Invece tali discorsi mi sembrano estremamente funzionali proprio al futuro “mantenimento del potere” di questa èlite, in quanto sono tutte tesi volte a suggestionare ed indebolire ulteriormente la popolazione già sottomessa, propagandando tecniche ed azioni che, se intraprese su vasta scala, non faranno altro che toglierle ogni possibilità di riscatto, ogni residuo ascensore sociale, e legittimando con una cortina fumogena di gratuite asserzioni filosofico-scientifiche lo stato di eterna “povertà” in cui sarà destinata a sguazzare vita natural durante … quindi, “che se ne faccia una ragione”, parbleu !! … del resto è proprio quanto teorizzato e stabilito all’ interno di think-tank quali il World Political Forum, Club di Roma e Agenda 21 … vero, Chiesa ?

http://mon-dart.blogspot.com/2011/09/international-un-film-sul-sistema.html#more

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: