La CIA ha creato Wikileaks per chiudere il libero accesso a internet

    L’autore di ‘Il Club Bilderberg‘ , Daniel Estulin, nel suo ultimo libro scredita l’organizzazione di Julian Assange

L’ex agente del KGB Daniel Estulin parcheggia il Club Bilderberg e il suo governo mondiale all’ombra per concentrarsi su un nuovo libro sull’organizzazione Wikileaks. Secondo quanto afferma Estulin in Desmontando a Wikileaks (Planeta), l’organizzazione non è una creazione di Julian Assange, ma della CIA. Niente di meno.

– Lei non si fida di nulla?
– Vengo dal mondo dello spionaggio e, in effetti, non mi fido di nulla in questo mondo. Per un semplice motivo: io so che tutto è una bugia. Guarda, io sono stato un agente per tre anni e mezzo in Africa. Il nostro lavoro consisteva nel pulire i villaggi dalle bande che trafficavano con diamanti di sangue. Un giorno, nel 1995 eravano in mezzo al nulla, in un bar di merda che aveva la TV satellitare. C’erano uomini della CIA e di Hezbollah a cena insieme, e Bill Clinton è apparso in televisione, l’allora Presidente degli Stati Uniti, e disse: “Perseguiremo i terroristi fino alla fine del mondo” E tutti a ridere. E ho pensato: questa è l’essenza di questo mondo assolutamente caotico.
– Niente è come sembra.
– La gente nella sua casa non crede che ci sono alcune cose perchè non sono sulle copertine dei giornali, ma dovrebbero esserci. E non ci sono, perché i media fanno parte dell’élite globale. Il tipo che scrive per il New York Times ha un padrone, il quale ha un altro padrone che lo paga, e sopra di questo c’è un consiglio di amministrazione. E questo consiglio lavora per l’assemblea degli azionisti. E nell’assemblea degli azionisti del New York Times ci sono industrie di armi, grandi banche come la Chase Manhattan, JP Morgan, e grandi aziende farmaceutiche.
Come pubblicherà il New York Times in prima pagina che il governo degli Stati Uniti è in Afghanistan per assicurarsi che la droga raggiunga Washington? Nessuno osa pubblicare che la droga è il lubrificante dell’economia globale.  Vediamo, siamo d’accordo che la NATO occupa il 97% dell’Afghanistan, giusto?  E risulta che quest’anno il paese ha avuto la più grande raccolta della sua storia di droga.
Com’è possibile che nessuno metta in relazione questo? Noi che andiamo d’accordo con il nostro cervello, ci rendiamo conto che questa non è una coincidenza.
– Lasciamo verificare il suo grado d’incredulità. Non crede che Bin Laden è stato catturato e gettato in mare?
– Per favore! Tutto il mondo di un certo livello sa che non è stato così. Lo ha ucciso un cancro. Chi è stato ucciso qualche mese fa? Non né ho idea. Nel 2001 è stata l’ultima volta che Bin Laden è stato effettivamente visto e sentito.– Di chi si fida lei?
– Nemmeno di me stesso. E dico sul serio. Quando ero nel servizio segreto di controspionaggio appresi che partendo da un processo di ipnosi possono configurarti molti labirinti nella testa e arriva un momento in cui non sai se quello che stai dicendo è vero o è menzogna.

– E non c’è dubbio che Assange lavora per la CIA.
– Occhio, Assange non lavora per la CIA consapevolmente. La bellezza di questa operazione è che lui non sa che lavora effettivamente per loro.

– Si spieghi. Cosa crede che sia Wikileaks?
– La CIA ha creato Wikileaks con il principale obiettivo di chiudere l’accesso libero a Internet. Infatti, il Governo americano ha redatto dal 2009 un Patriot Act Cybernetico. Ha solo bisogno di una ragione per schiacciare il pulsante off.
 
– Su cosa si basa?
– Wikileaks non aveva come obiettivo rivelare informazioni riservate. Perché in realtà, di valore, non ha rivelato nulla.

Nemmeno il video in cui si vedono soldati americani uccidere civili in Iraq da un elicottero?
– Questo sì. Ma guarda. Come ha debuttato Wikileaks? Con questo video, scandalizzando la società. Perciò ha portato questo alla luce. Ora, nessun documento dei mille che ha divulgato ha classificazione top segret. Cosa c’è di valore in Afghanistan? La droga. Bene, delle 200.000 pagine di informazioni che sono venute fuori di questo paese c’è solo una che parla della droga. Come diavolo dev’essere inteso questo? Inoltre, Wikileaks serve ad un altro scopo.

– Quale?
– Legare i servizi segreti di tutto il mondo. Se filtrano 40.000 documenti falsi, perché ci sono molti falsi tra di loro certamente tutti devono dedicarsi a scoprire cosa è originale e cosa no.
 
– Assange è un fantoccio della CIA?
– Lo conosco da anni. Il suo patrigno l’ha introdotto da bambino in un club di culto che gestiva un’australiana di nome Anne Hamilton-Byrne. L’informazione su questo culto è chiusa e vietata dal Governo australiano, perché è una copertura della CIA. Non vogliono che nessuno inizi ad indagare sui programmi di controllo mentale attraverso un trauma indotto ai bambini. Assange e altri bambini come lui, usando l’LSD, sono stati messi in stanze buie, creando disturbi della personalità multipla. Notate lo sguardo di questo ragazzo, vuoto, inespressivo … Non esagero. Quelli di noi nel mondo dello spionaggio sanno di cosa si parla.

– E che cosa dice del soldato Bradley Manning, imprigionato negli Stati Uniti?
– Ho l’impressione che questo tizio è riuscito ad entrare in una banca ultra protetta di Fort Knoxx con la chiave della sua casa. E questo è impossibile.  Sto dicendo che cospirava con la CIA? No. Manning si credeva una lince, quando in realtà qualcuno gli ha lasciato la porta aperta, controllando ciò che gli lasciava prendere.
 

E perché Assange è in carcere?
– Ottima domanda. Per cosa credi?

 
– Preferisco essere sorpreso.
– Gli unici documenti di valore sono quattro o cinque pagine impressionati che fondamentalmente dimostrano che il governo della Svezia e il re del paese hanno permesso, per anni, che il governo americano spiasse i cittadini svedesi attraverso tecnologie della società Ericsson. Se questo viene alla luce, è uno scandalo e cade il governo e la monarchia svedese. Per questo vogliono mettere a tacere Assange accusandolo dello stupro di due ragazze che hanno connessioni con la CIA e con la resistenza cubana.

– Che ne sarà di lui?
– Lo tengono per un pò di tempo chiuso, ci sarà una processo e lo lasceranno libero, perché non ha fatto niente di male. E per quanto riguarda il concetto di Wikileaks è già morto. E’ un cadavere galleggiante nel mare cibernetico.

– Non è che lavora per la CIA e la sua missione è sporcare con questo libro l’immagine di Wikileaks?
– Sì, e ogni giorno qualcuno scrive un libro intitolato Desmontando a Daniel Estulin. Posso dimostrare che lavoro, intendo lavoravo per un’agenzia di controspionaggio. Pardon, non è un lapsus freudiano. E’ anche vero che un ex agente non è mai libero del tutto, come l’ex alcolista, e può ricaderci. Ma ora sono fuori e non racconto cose segrete.

– Saprà che molti lo considerano un abile inventore di teorie della cospirazione.
– Hahaha. Ciò che racconto è molto semplice da capire. Ma alcune persone hanno un cattivo rapporto con il proprio cervello.

Fonte: http://www.danielestulin.com/2011/06/22/la-cia-monto-wikileaks-para-cerrar-el-acceso-libre-a-internet-entrevista-el-periodico/

Visto su: http://www.vocidallastrada.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: