Siamo tutti matti?

State forse mettendo in discussione l’Autorità Costituita? Non vi conformate al Pensiero Unico, politicamente corretto e democratico, come fa la maggioranza silenziosa e le persone perbene, tipo “la gente” come direbbe Canale5? O magari vi incavolate in pubblico ad alta voce contestando un politico che mente, o dimentica le promesse che fece, o bellamente vi prende per i fondelli continuando a godersi i suoi spropositati introiti che voi pagate?

Se è così, stai in campana, perchè puoi venire etichettato malato di mente, matto insomma, secondo l’ultima versione revisionata del Manuale Diagnostico Statistico dei Disturbi Mentali emanato dalla capitale dell’Impero, ovvero il Paese dei Liberi ed Illuminati. Gli USA insomma ci ammanniscono una nuova perla di Potere medicale imposto nel nome della Salute collettiva più che mai politically correct ed uniformante in senso progressita e modernista nella sua accezione peggiore. Non ci resta che sperare in un qualche nostro ministro “tecnico”della Salute per adeguarci alla direttiva sanitaria, come già si fa in campo economico, politico e militare. 

In questa nuova edizione, gli psichiatri propongono dozzine di nuove patologie mentali che per lo più sembrano indirizzate a riconoscere come aberrante e malato ogni tipo di pensiero diverso.
Un esempio calzante è il “disturbo oppositivo provocatorio” (ODD) definito come “un modello di continua disobbedienza, comportamento ostile e di insolenza verso l’autorità”. I sintomi includono perdita di pazienza con uso di frasi ad alta voce, ed un eccesso di “suscettibilità permalosa”. Altri disordini includono comportamento antisociale, arroganza, cinismo e narcisismo. Ne conoscete qualcuno? Bene, ben presto potrete denunciarli come psicotici….
La diagnosi dell’ODD si concentra sui bambini – negli USA da tempo ormai pazienti privilegiati di nuove patologie trattate chimicamente per disturbi “comportamentali e dell’attenzione”, in attesa dei microchip sottocutanei di controllo invocati ormai da molti medici, in grado di liberare sostanze psicotrope ad orari prestabiliti – ma è ovvio che i disturbi anzidetti possono appartenere anche agli adulti, infatti ODD prevede che si possa passare a CD ovvero “disturbi della condotta” che faccian sì che vengano violate “le norme sociali”.

Aha, ci siamo: violare le norme sociali è ora una malattia mentale!
C’è una lunga e sordida storia di governi che usano la psichiatria per repressione politica. Nel defunto URSS migliaia di oppositori soffrirono in ospedali psichiatrici perchè l’anticomunismo poteva venir etichettato come demenza; la Germania nazista andò oltre, assassinando di fatto oltre 180mila tra sofferenti psichiatrici e portatori di handicap. In tutto il XX secolo negli USA si praticò con entusiastico abbandono la lobotomia, addirittura ambulatorialmente usando persino ferri da meccanico come cacciavite o lunghi chiodi introdotti nel cervello anteriore dal foro retro-oculare, onde ottenere la sedazione definitiva dei pazienti più agitati. Famoso è il caso interpretato da Jack Nicholson in “Qualcuno volò sul nido del cuculo” del 1974.
 Le leggi in molti paesi permettono la medicazione forzata anche di tipo psichiatrico sui bambini, arrivando ad arresto o pene varie ai genitori quandoil bambino sfugge alla medicazione o vaccinazione “obbligatoria”.
Uno scrittore ha filosofato recentemente che se Mozart vivesse oggi e componesse, come fece, le sue prime opere sotto i 7 anni,  verrebbe diagnosticato sofferente di deficit di attenzione con iperattività, e medicato meccanicisticamente in nome del Progresso della Scienza Democratica….
La trasformazione delle differenti personalità in disturbi psichiatrici, l’uso forzoso di farmaci uniformanti ed istupidenti “per il tuo bene” sono tendenze assai pericolose che manifestano un disegno tanto subdolo quanto perverso, mirante ancora una volta all’annullamento dell’individuo per creare una società di schiavi più di quanto questa non lo sia di già.

Uno, al contrario, potrebbe uscire con una modesta, semplice contro-proposta, usando gli stessi strumenti: perchè non istituzionalizzare gli psichiatri come sofferenti di psicosi da iper-medicazione ossessivatrattandoli magari con buone dosi di giardinaggio organico, raccolta di patate, preparazione del concime ed altri mestieri utili e non-mentali?
Pensate a quanti bimbi un po’ terribili ma felici, con qualche vetro rotto in più, e quanti liberi pensatori, artisti, vecchi “matti” originali ci potremo godere, come era sempre stato…..

Liberamente tratto da ESCAPE THE SICKNESS INDUSTRY  di E. Hollingsworth

a cura di Roberto Marrocchesi , naturopata

Fonte

About these ads

3 Responses to Siamo tutti matti?

  1. lo única solución que le veo al mundo es una nueva revolución francesa y cortarle la cabeza a todos los gobernantes para empezar de nuevo,en la Argentina en casi 30 años de democracia los únicos que subieron en la escala social fueron los políticos y los sindicalistas

    • vanesalia scrive:

      Sobre la revoluciòn francesa podemos hablar en otro momento. Y para reunir lo que este articulo propone con lo que decìs, te dirìa que en base al nuevo DSM la contestaciòn y oponerse a la autoridad vendràn considerados como provenientes de personas mentalmente enfermas. En pocas palabras el libro por excelencia de la psiquiatria califica como loco todo aquel que no estè dentro de los parametros de la “norma”, la famosa curva de Gauss, por lo que quien estè fuera de esa norma està enfermo….Y si esto no es locura, no sè lo que es.

  2. Michele scrive:

    Nel prossimo futuro grazie alle scoperte del dr. Keshe non ci sarà waspazio a queste cose, vi consiglio di visitare il sito della Keshe Foundation..il futuro è già qui!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 69 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: