La guerra umanitaria della NED e la FIDH in Siria.

La NED (National Endowment for Democracy) è un’organizzazione che si presenta come un’ONG ufficialmente dedicata alla “crescita e il rafforzamento delle istituzioni democratiche in tutto il mondo”. Ma in realtà riceve il 95% dei fondi dal Congresso degli Stati Uniti. Creata dall’amministrazione Reagan nel 1982.
La natura della NED ha portato molti intellettuali contemporanei e ricercatori a descriverla come un organismo che permette ai servizi segreti degli USA abbattere i regimi che non piacciono al Dipartimento di Stato.
Questa descrizione fu sostenuta dalla testimonianza di Oliviet Guilmain, ricercatore del CECE (Cento per lo studio comparativo delle elezioni) durante una sessione informativa nel Senato francese sui finanziamenti del processo elettorale. Si sa che la NED appoggia finanziariamente i partiti dell’opposizione in numerosi paesi e offre aiuto speciale a esiliati e oppositori dei regimi segnalati dal Dipartimento di Stato USA.
In Siria, la principale organizzazione della NED è il Centro degli Studi dei Diritti Umani di Damasco.

E’ anche socia della Federazione Internazionale dei Diritti Umani (FIDH), che ha ricevuto 140.000 dollari dopo la riunione a dicembre del 2009 tra Carl Gershman e organizzazioni francesi per i diritti umani. Il contatto francese della NED  è stato Francois Zimeray, ambasciatore per i Diritti Umani dell’ex primo ministro degli Esteri Bernard Kouchner. In tale riunione erano presenti: il Comitato Cattolico contro la Fame e per lo Sviluppo (CCFD), la sezione africana dell’AEDH (insieme ai Diritti Umani), Reporter senza Frontiere, SOS Razzismo e la FIDH.

La FIDH è quindi un socio ufficiale della NED, come si dimostra anche per il suo appoggio ai discorsi formulati dall’ex segretario generale della Lega Araba per i Diritti Umani- legata a sua volta alla FIDH- contro il governo di Muammar Gheddafi. Queste dichiarazioni, appoggiate anche dall’ONG “Un Watch”, furono il detonante dei procedimenti diplomatici contro la Jamahiriya Arabe Libica.

 

 

In Siria, il Dr Radwan Ziadeh è il direttore del Centro degli Studi dei Diritti Umani di Damasco. La sua imponente biografia lascia ben chiaro il suo compromesso a favore della politica estera degli USA in Medio Oriente. E’, quindi, un membro dell’Associazione degli Studi sul Medio Oriente (MESA) e direttore del Centro Siriano degli Studi Politici e Strategici a Washington. Fu presente insieme a Aly Abuzakuuk- uno dei rappresentanti della NED in Libia- nella Tavola Rotonda dei Premi alla Democrazia, dati dalla NED a “attivisti per i diritti umani”.

D’altra parte c’è una grande similitudine tra il processo della guerra umanitaria in Libia e quello che si sta preparando in Siria. Ad esempio, “Un Watch”, organizzazione che coordina le operazioni della NED e della FIDH a Ginevra, ha già lanciato varie petizioni contro il regime di Bachar Al-Assad. Queste petizioni contro la Siria si basano sulle stesse accuse di massacro come quelle presentate dall’ex segretario della Lega Dei Diritti Umani della Libia, Sliman Bouchuiguir, nel Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU contro la Libia.

Per questo è urgente denunciare questi procedimenti, tanto quanto più la recente storia ci mostra queste accuse non si sono verificate nel caso della Libia perché non fondate su prove solide, contrariamente alle affermazioni della Corte Penale Internazionale.

 

Fonte: dmodusoperandi

Traduzione: FreeYourMind!

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 71 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: